mercoledì 10 dicembre 2008

Problema sicurezza a Novegro

Gentili amici
Ieri sera in Consiglio comunale, c'erano i soliti 4 gatti presenti. I cittadini, ultimamente, stanno veramente disertando le riunioni del consiglio comunale, quando invece ci sarebbe bisogno di maggiore partecipazione pubblica.
Si parlava, tra l'altro, di "Localizzazione punti di vendita stampa quotidiana e periodica" a San Felice.
Ovvero, della necessità di proporre la costruzione di un'altra edicola nella piccola frazione residenziale della zona sud di Segrate.
A dire il vero esiste gia una grossa edicola nel piccolo centro. Invece , sarebbe meglio concentrarsi su altre questioni delicate. Es... a NOVEGRO il problema sicurezza persiste. Fino ad ora, come si comprende anche dalla testimonianza degli abitanti del posto, non si è ancora arrivati a una soluzione.
Sarebbe auspicabile un intervento più incisivo del Comune.
Intanto ho inserito un link del Comitato pro novegro dove si discute appunto di questa delicata e preoccupante situazione.. Potete postare i vostri commenti direttamente sul forum del Comitato e intervenire sulla questione, dicendo la vostra.

Saluti

5 commenti:

Anonimo ha detto...

speriamo queste richieste vengano ascoltate.. sembra che a livello di politica Segratese non sia emersa ancora chiaramente questa emergenza..
Paolo

Michele Digiugno ha detto...

Che delusione... il Sindaco

Avevamo insistito tanto per averlo alla festa Natalizia,
gli avevamo teso una mano in segno di amicizia,
e lui l'ha maleducatamente rifiutata.
Eppure con un piccolo gesto, una furbata,
poteva riavvicinarsi alla nostra comunità risvegliata,
Novegro... frazione dimenticata...

Che delusione... il Sindaco

Ha trascorso tutto il tempo a parlare con la dirigenza scolastica,
non ha trovato dieci secondi per fare un augurio, solo una predica.
E' andato via come è arrivato, senza un sorriso, si sentiva irretito...?
I bambini con il loro entusiasmo, non sono pescatori...
un pò smarriti nonni e genitori, l'uno e l'altro a dire...
Novegro... frazione da ripulire...

Che delusione... il Sindaco

Anonimo ha detto...

ASPETTANDO LA TRAGEDIA
Qualche tempo fa, sono stato chiamato dalla scuola elementare di San Felice perchè mia figlia aveva la febbre,

Prima di entrare ho deciso di fermarmi all' addiacente centro civico per bere una cioccolata,visto che anche io non ero nelle migliori condizioni

L'impresa e stata impossibile, nonostante tale centro sia considerato un fiore all'occhiello dell'Amministrazione,ad ogni grosso acquazzone si allaga e diventa inagibile

Sono andato via, sentendo ancora più forti e pungenti i brividi del freddo,imprecando e recriminando per i soldi dei contribuuenti (i miei) spesi cosi male, per la mancata manutenzione che il centro aspetta da molto, molto tempo

Costeggiando il vialetto del centro civico mi accingo ad avvicinarmi alle scuole elementari,non prima però di aver visto l'intera galassia di stelle senza per altro pagare il biglietto per il planetario

Una porta stampata in pieno naso certo non è il modo migliore per continuare la già precaria giornata,e si perchè una cara ed gentilissima signora, uscendo dalla biblioteca non si è accorta del mio sopraggiungere lungo il marciapiede

A quel punto la mia rabbia e montata in maniera esponenziale alle milioni di stelle che giravano attorno al mio naso

Ripreso, dopo un bel bicchiere di acqua fredda offerto gentilmente dalla povera ed incolpevole signora, mi son messo a pensare al progettista del centro civico,alle leggi ed alle normative,che regolano l'apertura delle porte (sempre verso l'interno) poste su strade e marciapiedi,se tali normative non debbano essere rispettate anche dai costruttori istituzionali,o se a loro e consentito in deroga ed in spregio ad ogni norma offrire gratuitamente la vista di ogni stella del firmamento

Mi son chiesto se è giusto che tali porte si aprano verso l'esterno proprio sul passaggio del vialetto ,sul marciapiede, mettendo in serie pericolo l'incolumità degli ignari ed incolpevoli passanti,forse e meglio cambiare l'apertura o eliminare il vialetto,anche perchè se invece dell'incolpevole vecchietta, che con poca forza apriva la porta dalla biblioteca ,usciva un macigno d'uomo, che tipo di costellazioni e di conseguenze avrei avuto?

Sperando, che nei pochi metri che mi separavano dalla porta delle scuole elementari non mi capitasse più nulla certo non mi sarei mai aspettato che il peggio dovevo ancora vederlo

Nel prato molti dei pali dell'illuminazione, col tempo ad ogni colpo di vento o ad ogni bambino che ci si appoggiava, cadono inesorabilmente e fin qui niente di nuovo, tranne che uno si chiede chi li ha messi e con che criterio di sicurezza e garanzia sono stati posizionati?

Il problema che in quel piazzale vi passa e vi gioca mia figlia prima di entrare a scuola, che ognuno di quei pali avrebbe potuto cadere in testa a qualsiasi bambino

Quello che ancor più mi sorprende, e che dove vi era un palo ,ora ci soni i fili della corrente, ricoperti con un birillo,come per dire alla curiosità di ogni bambino, vieni vieni Guarda che cosa c'è sotto, una bella scossa fulminante!

Finalmente a scuola mi rendo conto che al peggio non ci si abitua mai,e che dopo le notizie della scuola di Torino,certe visioni certo non ti rincuorano

Nell'atrio al centro,un bel secchio per raccogliere un rivolo d'acqua che scende dal tetto,li vicino ad un pilastro eccone un altro,e più in la un altro ancora!

Alzo preoccupato lo sguardo al soffitto pensando alla scuola di Torino, e noto che in prossimità dell'infiltrazione il controsoffitto è pericolosamente staccato,che i bambini giocando durante la ricreazione vi passano sotto saltellando tra un salto del secchio ed un gavettone di gocce schivato

quasi sollevato porto mia figlia verso casa non sapendo che il pericolo più grosso ancora non l'ho rischiato

Uscendo dal cortile della scuola mi avvicino alle strisce pedonali che dovrebbero consentirmi di attraversare in sicurezza

Sorge però un problema,vi sono due pulman del trasporto publico,che sostando abusivamente proprio in prossimità delle strisce, non mi consentono di avere nessuna visuabilità sulla strada e mi costringono ad sporgermi già in mezzo la strada,dal loro muso

Stringo forte la mano di mia figlia e tiro fuori la testa,ritraendola per fortuna istantaneamente ed in tempo prima che un suv che sopraggiunge e che non può vedermi gia in mezzo la strada, rischi incolpevolmente di tagliarmela via

E dopo aver visto le stelle ,è la mia rabbia che monta, fino ad arrivare ad esse

Ma con che criterio ed in spregio ad ogni norma di sicurezza ed alle normative del codice della strada, tali pulman sostano ed hanno il loro capolinea in prossimità dell’uscita della scuola ed a ridosso dell’attraversamento dei bambini,ma chi li ha autorizzati? e chi è responsabile di intervenire per far si che tale gravissimo pericolo venga immediatamente rimosso

Tale giornata per fortuna è finita con una sana tachipirina per mia figlia ed una grande dose di camomilla per me, l’avrei fatta entrare nei ricordi dei giorni più brutti e certo mi sarei stato zitto

Ora però vengo a sapere che una bimba ha rischiato di finire sotto una macchina, che il filo della corrente dopo settimane è ancora li,che l’altro giorno nella classe 3B è caduto un pezzo di intonaco dal soffitto,che la scuola ha chiesto da tempo un intervento di manutenzione,che l’ufficio tecnico sa da tempo e non è ancora intervenuto

Ora mi chiedo, per intervenire bisogna aspettare la tragedia? E se tragedia deve essere di chi sarà la responsabilità

Michele ha detto...

Ciao Paolo,
volevo aggiornarti per l'edicola, ha chiuso i primi giorni dell'anno.
In compenso adesso abbiamo il vigile di quartiere, sulla carta...
Sarà molto dura, ma cercheremo di avere un vigile part-time almeno per le ore di entrata e di uscita della scuola, a sentire voci bene informate, faranno "orecchio di mercante"...

Mi piacerebbe avere un tuo commento sulla lettera pubblicata nella rubrica "La penna del lettore" dal quindicinale "SegrateOggi" il 28 gennaio. Ha come titolo "I tanti vantaggi di abitare a Novegro", sembra lo slogan di un'agenzia immobiliare.
E' meglio di Zelig, non aggiungo altro...

Michele Digiugno

Paolo ha detto...

Ciao Michele. Purtroppo non ho sotto mano Segrate Oggi di quella settimana. Hai fatto bene ad avvisarmi.
Appena posso, provo a leggere e la commentiamo assieme
grazie
paolo;)