lunedì 16 giugno 2008

Gradini: Attenzione al Pediluvio...

Mettiamo che piova...cosa che capita spesso in questi giorni. Mettiamo che dobbiate - malauguratamente - prendere il treno alla (ineffabile) fermata F.S. di Segrate.
Mettiamo che - ancora peggio - siate di fretta e dobbiate scendere i gradini...di certo senza fermarvi a leggere le scritte sui muri...il tempo stringe. Il treno arriva...(forse) Queste sono le condizioni e,...infatti,...sono ipotesi.
Invece bisogna togliere il condizionale riguardo a questa cosa: in caso di pioggia, i gradini saranno pieni d'acqua. Questa è l'unica cosa certa. La situazione è tragica. Quante volte potreste rischiare di cadere durante la discesa? Passiamo ora alle conseguenze meno estreme e pericolose ma altrettanto fastidiose. . . Non indossate gli stivali di cuoio, gli anfibi da militare o gli scarponi dopo sci. O gli stivaloni verdi da pescatore...Allora, preparatevi a dare una bella sciacquata alle vostre scarpe!!! perché questo vi succederà!!! Ma le scarpe costano...le calze un po' meno...pero' sfido chiunque a stare 8 ore al giorno in ufficio con le calze bagnate!!! ;) Be, senza parlare dei pantaloni... ! Insomma, ma avranno usato la bolla per fare questi gradini, i lungimiranti ingegneri e archittetti autori di questa fantomatica stazione??? Non possiamo rispondere a questa domanda, ma sicuramente sappiamo che ci vorrebbe un intervento...per non rischiare pediluvi non voluti... A breve il video sui gradini "annacquati"... Saluti
video

mercoledì 11 giugno 2008

Segrate...parliamone...

Cari segratesi,

Questo blog è dedicato a Segrate e alle sue mille sfaccettature, un comune dell'hinterland milanese pieno di contraddizioni e spesso oggetto di polemiche. Ma anche sede di numerose grosse aziende, situato in una posizione strategica tra due grosse arterie del traffico (Strada cassanese e Rivoltana) nelle vicinanze dell'aeroporto di Linate, dell'Idroscalo e del polo del terziario avanzato.

Nonostante questo, i problemi non mancano. I trasporti sono insufficienti e la stazione inaugurata nel 2003 non ha dato quella sicurezza di movimento che i cittadini si aspettavano.
L'impressione inoltre che abbiamo tutti è di una smisurata crescita edilizia a cui il Comune è stato sottoposto negli ultimi 15 anni... Proposte di nuovi centri commerciali lasciano irrisolta, peggiorandola, la questione dell'aumento del traffico, degli ingorghi e delle polveri sottili nella nostra zona.

Io, da cittadino del comune, reputo molto importante la questione dei trasporti in primis, dello sviluppo urbanistico e delle infrastrutture. Ma qui si parlerà di tutto (o quasi) succederà di rilevante nel paese e di quelle che sono le cose che vanno, che non vanno, cercando , con la discussione, di porre quesiti e di trovare soluzioni o proposte riguardo a problemi che ancora perdurano .

Per es, la stazione di Segrate. Come sapete , non si tratta di una "stazione " ma di una "fermata" in quanto priva di interscambio ferroviario.

E come tale, secondo il modesto parere, di serie "B": ma questo non sono io a dirlo, ma i parecchi problemi riscontrati da questo servizio che è ritenuto "azzoppato" da molti
, seppure potenzialmente buono.

Nel prossimo post parleremo dunque dei problemi connessi alla "fermata" ed eventuali idee ed interventi di cittadini interessati ad una soluzione degli stessi problemi, sono benvenuti!

Lo "spirito" di questo blog è di prendere le distanze da polemiche di stampo politico cercando di essere il piu' obiettivi possibile, almeno da parte mia. Ma spero di tutti...

Quindi, diamo via a questo nuovo strumento di comunicazione che mancava ormai da troppo tempo sul web.

Segrate ora ha una voce, la voce diretta dei cittadini! Spero che siate in molti, i temi sono tanti e necessitano della nostra attenzione quotidiana. Segnalazioni e interventi sono, ripeto, ben accetti.

Vi aspetto

Paolo